lunedì 10 settembre 2012

The mini-skirt rule



Quando ci si occupa, come capita a me, di scrittura professionale, succede di imbattersi in lunghi elenchi di suggerimenti su “come migliorare la propria scrittura” e cose simili. Americani ed inglesi sono maestri in questo campo, con la loro sintesi, le loro storie e metafore. Nell’elenco di 201 suggerimenti in cui mi sono imbattuto oggi (how to be a writer) c’è un po’ di tutto: cose ovvie, cose più o meno comprensibili, cose discutibili, cose decisamente contestabili. Ma c’è questo suggerimento davvero ben formulato –“la regola della minigonna”- che suggerisce di scrivere testi abbastanza lunghi da coprire tutto ma abbastanza corti da mantenere l’interesse. Come dissentire?

domenica 9 settembre 2012

Caspita la Carminho






Non ricordo se ho mai postato un fado precedentemente. Ho scoperto la voce e l’elegante bellezza di Carminho nell’ultima traccia di “Tempo de menino” album del 2011 del sempre bravo Pedro Luis. Avercene.


Dopo il duetto con PL (+ Antonio Saraiva) meritava un  ascolto tutto suo. Che fatica capire il portoghese dei portoghesi, ma questa Carminho si fa capire benissimo.


giovedì 6 settembre 2012

Sotto le lenzuola e il "cubo" della naja.

Paolo Rossi che in un coro degli alpini canta Prince. Una bella idea che aveva avuto anche Celentano quarantun anni fa (dal minuto 5' 35"). Comunque suggestiva e divertente. E Paolo Rossi credibile nella parte del vecio: il fatto che indossi il sacro cappello suggerisce che lo sia stato, alpino, per davvero. Ad una certa età non si sfoggia la stella di latta se non si è davvero il tutore della legge in città.

Anche per com'è costruito il testo, una perfetta canzone alpina. Ascoltare per credere.