sabato 10 novembre 2007

A letto dopo la sigla

C'è stato un periodo in cui seguivo le serie tv per più stagioni.
Poi mi sono convinto che due potessero bastare.
Infine non ho trovato ragioni sufficienti, o forse tempo, per seguirne più di una.
Adesso mi fermo alle sigle e poi mi faccio un bel sonno sul divano.
Comunque in una sigla ben fatta c'è già tutto quello che c'è da vedere.
Come in questa di Dexter (il serial killer di serial killers) un'allarmante rilettura della normale routine quotidiana.

2 commenti:

alfa ha detto...

davvero molto disturbante! ma di che cosa era la sigla?

goodnight ha detto...

Dexter lavora come perito ematologo per il Dipartimento di Polizia di Miami (e questo giustifica in parte una sigla così sanguinolenta). Ma in realtà dietro la facciata legale, si nasconde un vero è proprio serial killer. Solo che le sue vittime, invece delle solite prostitute con la parrucca bionda o studentesse di qualche college, sono a loro volta dei criminali, altri killer che la giustizia non è riuscita ad acciuffare. Insomma una cosa un po' complicata ...


http://it.wikipedia.org/wiki/Dexter


per fortuna a colazione due biscotti in un caffè veloce, massimo massimo cappuccio e brioche!