sabato 15 novembre 2008

Clara Nunes: Canto das três raças


Scherzosamente (ma aggiungo giustamente) larobi mi rimprovera di essermi dimenticato di Clara Nunes considerata una delle grandi, se non la più grande cantante del samba insieme a Beth Carvalho e Alcione. "Canto das três raças" (qui nella versione live del suo autore) è poi una vera icona del samba. Come Elis Regina anche Clara Nunes è mancata giovanissima, nemmeno quarantenne (dettaglio assurdo, per una complicazione dopo una operazione di vene varicose).
Nel 1980, tra l'altro, portò al successo Morena de Angola, uno dei tanti successi di Chico Buarque.
La resero famosa anche gli abiti bianchi e i gioielli colorati di origine africana, oltre che per la sua vocazione per il Candomblé.
Di qualche anno fa questo articolo di Ana Paula Torres.
Infine il link per chi fosse interessato al Quilombo di Palmares citato nel testo.

Nota tecnica: spero di risolvere il momentaneo blocco del post. Al momento sto postando "per vie traverse". Ciao e buona domenica a tutti.

Canto das três raças
Composição: Mauro Duarte e Paulo César Pinheiro


Ninguém ouviu

Nessuno ha sentito
Um soluçar de dor

Un singhiozzo di dolore
No canto do Brasil


Nel canto del Brasile

Um lamento triste

Un lamento triste
Sempre ecoou

Ha sempre risuonato
Desde que o índio guerreiro

Da quando il guerriero indio
Foi pro cativeiro
Fu fatto prigioniero

E de lá cantou


E dalla prigionia cantava

Negro entoou
Lo schiavo intonò
Um canto de revolta pelos ares

Nell’aria un canto di rivolta
No Quilombo dos Palmares

Nel Quilombo dos Palmares

Onde se refugiou
Dove trovò rifugio



Fora a luta dos Inconfidentes

Era stata la lotta degli Inconfidentes
Pela quebra das correntes

Per rompere le catene
Nada adiantou
Niente avanzò



E de guerra em paz
E di guerra in pace
De paz em guerra
Di pace in guerra
Todo o povo dessa terra

Tutto il popolo di questa terra
Quando pode cantar
Quando può cantare
Canta de dor
Canta il dolore

ô, ô, ô, ô, ô, ô

ô, ô, ô, ô, ô, ô




E ecoa noite e dia

E risuona giorno e notte
É ensurdecedor
assordante

Ai, mas que agonia

Oh, ma che agonia
O canto do trabalhador

Il canto di chi lavora

Esse canto que devia

Questo canto che doveva
Ser um canto de alegria

Essere un canto di allegria
Soa apenas
Suona invece
Como um soluçar de dor
Con un sospiro di dolore

3 commenti:

goodnight ha detto...

avete presenti i tanti che cantano di fronte alla webcam? beh, questa ragazza con "canto das tres raças" se la cava benissimo.

http://it.youtube.com/watch?v=-D6pxsmt48c&feature=related

larobi ha detto...

grazie mille per il post, sempre ecellente! obrigada!

fiordicactus ha detto...

Ciao, Sono tornata!
Se vuoi passare, non è un obbligo. ;-) Ho finito le ricerche su "Romarìa" e ho messo il post!
Visto che sono partita da te, ho messo il link,ma qui non appare!
Ciao, R