giovedì 20 dicembre 2007

Os Melhores da APCA








Non chiedetemi cosa sia o come funzioni l’APCA.
Il nome è l’acronimo di Associação Paulista dos Críticos de Artes, anche se da noi potrebbe sembrare il servizio dei trasporti urbani. I 3 critici musicali di questa associazione hanno espresso le loro preferenze nella categoria "Musica Popular". Ecco, secondo loro, i migliori del 2007 nelle 7 categorie considerate.

Miglior disco: “Onde Brilhem os Olhos Seus” di Fernanda Takai
Miglior cantante F: Roberta Sá
Miglior cantante U: Paulinho da Viola
Miglior gruppo: Orquestra Imperial
Rivelazione “feminina”: Marina de La Riva
Rivelazione “masculina”: Edu Krieger
Gruppo rivelazione: Fino Coletivo

Comincio dalla fine, d’impulso il giudizio che mi convince di più.
Da una fusione successiva di più “bande”, stile fusione bancaria, si arriva alla riunione di 7 diversi musicisti e autori provenienti più o meno dalle aree di Rio e di Alagoas, quest’ultimo Stato del nord est del paese. Già questo è un primo indice delle sonorità che ne possono uscire. L’idea di una “mistura musical” con una sua identità, originalità e riconoscibilità sembra andar forte in Brasile, soprattutto se condità con buone dosi di stravaganza e allegria. Niente di particolarmente nuovo, ma per quello che ho sentito, si lasciano comunque ascoltare. Tutto quelo che c’è da sapere sulla banda è nel loro sito. Qualcuno avesse deciso di passare le vacanze di natale in Brasile il 27 suonano al Cinemathèque a Rio, come hanno fatto tutti i giovedì di questo mese.



Il titolo del pezzo "Tarja preta" dovrebbe far riferimento a quelle targhette nere che si usano per la censura ...

1 commento:

reboman ha detto...

Visto che non nevica quasi quasi vado a Rio insieme a Luttazzi ad ascoltare "Tarja preta" .

Figo il video con i faccioni, un'idea che avrebbe pouto essere sviluppata di più...