mercoledì 17 settembre 2008

sì, ma come chiudere? (onan non farlo)



sinceramente non mi sono mai posto il problema se chiudere i battenti o meno: gestisco il blog alla cazzona, e me ne scuso con tutti, tra entusiasmi e svogliatezze, scarsa propensione per il web 2.0, improvvise cadute della linea adsl, impegni che fatico a gestire e che comprimono il tempo alle minime necessità fisiologiche. Onan mi pone però un problema, ovvero come chiudere: un problema che ho già risolto da tempo avendo individuato in questo video l'ideale commiato. Elegante, in bianco e nero e molto anni '70 come mi piacerebbe essere. Ora che me lo sono giocato mi tocca cercare un'altra soluzione e rimandare, chissà a quando, i titoli di coda.

3 commenti:

onan ha detto...

Un gran bel problema.
Ti ringrazio molto.

larobi ha detto...

meglio chiudere con dignità (o come dicono a roma cor botto) o lasciar scemare da sè la vena creativa?
mah....questione di attitudini!
ma se la carfagna non si fa lo scrupolo di chiudere il suo blog, perchè dovreste farlo voi????
consiglio a tutti un giro nella galleria fotografica, dove -peccato- ci appare come una timida educanda laureata e diligente. che donna!!!!
ragazzi non chiudete, please!

goodnight ha detto...

facendo un paragone con la borsa, dove tutti stanno vendendo, c'è il timore che la scelta di onan (e di altri blogger) porti ad un effetto domino, con la chiusura a catena di altri blog.
certo che le dichiarazioni di affetto sono una bella iniezione di fiducia.

al momento non succederà nessun patatrac e, almeno qui, continueremo a versare i nostri sogni brasiliani

a proposito di gallerie fotografiche, meglio le foto della tua vacanza a stromboli

ciao