mercoledì 11 febbraio 2009

"Tà tudo mudando" Zé Ramalho canta Bob Dylan (2008)


Leggo delle belle recensioni, ma io questo disco, che ha avuto l’approvazione di mr. Dylan in persona per gli adattamenti del testo (trattasi quindi di collaborazione, più che di un omaggio) lo capisco poco. Tradurre in portoghese e virare nelle sonorità nordestine alcuni dei classici del canzoniere di Dylan, personalmente mi dice poco. Se non che inglese e portoghese siano probabilmente le 2 lingue più musicali e cantabili. Per capirlo basta “sentire” come reggono i titoli tradotti: Como uma pedra a rolar, Batendo na porta do céu, O vento vai responder e un Mr. Tamborine Man che diventa Mr. do Pandeiro, occasione per un omaggio al grande Jackson do Pandeiro.
Sarà forse per il triplo passaggio dall’america, al brasile alle orecchie italiane del sottoscritto: probabilmente “là”, l’operazione fa un altro effetto. Magari insistendo a riascoltarlo...
Così per una volta, invece del pezzo in portoghese, propongo l’unico brano del disco rimasto in inglese (segato purtroppo nel finale. Dylan/Harrison per fortuna sono per intero).

Zé Ramalho - If not for you

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Sinceramente, non riesco a trovare il senso di questa operazione discografica.
Non riscontro una chiave interpretativa particolare od originale (come, ad esempio, in lavori come Os Sambeatles); le versioni di Ze Ramalho ricalcano fedelmente (e noiosamente) quelle di Dylan.
Non si tratta nemmeno di "promuovere" un artista nuovo e sconosciuto ai più!!
Certamente i potenziali acquirenti di questo CD straconosceranno le canzoni originali.
Si tratta allora di un tentativo di diffondere il "messaggio" del cantautore di Duluth in portoghese?
Ma via, siamo nel 2009, un poco di inglese lo masticano tutti......Ed il fatto che l'operazione abbia l'avallo di Bob in persona non giustifica nulla di per se. Anzi, per quanto mi riguarda, un lavoro del genere sarebbe stato privo di significato pure se inciso da Dylan stesso, figuriamoci da Ze Ramalho (con tutto il rispetto....)
Saluti
Hermitage

goodnight ha detto...

Di fatto, nella rete, si trovano cover di Dylan, registrate davanti alla webcam, più interessanti di quelle del buon Ze.
Per questo ho postato subito un pezzo dello stesso Ze Ramalho che, come cantante/autore, ha certamente qualcosa di più da dire che come semplice fan di Dylan. Accettiamolo come omaggio al maestro. Ciao!

reboman ha detto...

Sicuramente più intrigante l'esercizio di Seu George per la ost di "le avventure acquatiche di Steve Zissou" di Wes Anderson dove interpreta pezzi del periodo glam di David Bowie. la distanza siderale tra i generi rende il tutto spiazzante ma anche decisamente, per me, intrigante.
Per non parlare di Search&destroy degli Stooges nella scena contro i pirati...

goodnight ha detto...

per chi si fosse persa la scena eccola qua

http://www.youtube.com/watch?v=x0yucFw3qCQ


ciao!