giovedì 20 settembre 2007

“... siamo tutti diventati protagonisti, calciatori o chitarristi cosa vuoi di più?”.

Non ho mai capito se Roberto Carlos (da Silva, calciatore) si chiami come Roberto Carlos (Braga, cantante) per pura coincidenza o perchè la mamma fosse una fan del cantautore brasiliano (100 milioni di dischi venduti nel mondo) già all’apice del successo negli anni della nascita del futuro terzino sinistro di Real Madrid e della nazionale brasiliana (per un breve periodo anche dell’Inter dove il tecnico Roy Hodgson gli preferì, non me ne voglia, Alessandro Pistone).

Roberto Carlos calciatore ha vinto anche un campionato del mondo, nel 2002. Roberto Carlos cantante ha vinto anche un festival di Sanremo, nel 1968, in coppia con Sergio Endrigo con un famoso pezzo di Endrigo/Bardotti (Canzone per te) che parte così: “La festa appena cominciata è già finita”. Stasera l’Inter senza il brasiliano Adriano, escluso dalla rosa dei giocatori che faranno la Champions, ha perso contro il Fenerbahçe dei brasiliani Roberto Carlos appunto, Alex e dell’allenatore Zico.

Nel 1976 Roberto Carlos (che nella sua lunga carriera ha continuato a lanciare un disco nuovo l’anno, come da noi Mina) registra questa clip di Detalhes, successo cantato in italiano da Ornella Vanoni. Direi che il clavicembalo e l’atmosfera anni 70 meritano un’occhiata.



Così come merita di essere ricordata la legna con cui Roberto Carlos infila la porta della Francia in occasione di un incontro del 1997 (qui con uno stupendo commento, credo, in Giapponese)

1 commento:

reboman ha detto...

Vedere Barthes che becca un gol mi fa sempre godere, grazie.