mercoledì 30 luglio 2008

El ombligo de elmundo.es

Sarà perchè è estate e non si sa di cosa parlare, ma torna d’attualità e rimbalza tra stampa e tv la notizia del presunto plagio di Jovanotti ai danni della popstar iberica Alejandro Sanz. Tutto ri-parte dall’intervento di un blogger del quotidiano spagnolo El Mundo.

L’autore dice chiaramente di non avere la minima idea di cosa dica il testo del nostro Jo’ ma l’ascolto della melodia gli è sufficiente per parlare almeno di plagio musicale. Giro armonico tutto sommato semplice che sembrerebbe poi attribuibile addirittura a Bach.
La cosa non è nuova, se ne parla da tempo tant’è che coscienzasporca, che ben poco intiende espanol, s’era preso la briga di tradurre il testo del buon Alejandro. La questione dei plagi ha dato un po’ di visibilità al blog, anche al di fuori della schiera degli aficionados, specie per la storia di Poster/Valsinha rimbalzata tra siti di fans di Claudio Baglioni prima e di Mia Martini poi. Tranquilli, non voglio riproporla. A mo’ di replica estiva voglio invece segnalare a chi l’avesso perso, il confronto tra il Caetano di “London London” e la Sanremese “Che sarà” questione forse un po’ sottovalutata dai cercatori di plagi.

4 commenti:

larobi ha detto...

la storia più incredibile sui plagi è quella di albano e michael jackson...mi sembra impossibile che volontariamente il re del pop abbia copiato il re di cellino! non ricordo come sia finita e chi abbia avuto la meglio,ma credo si sia trattato di un plagio involontario. poster è una scopiazzatura di valsinha palesissima, e infatti quella brutta parte in cui dice "e andareeee lontanoo"che ho sempre trovato orribile, è l'unica che non è copiata da chico.e si vede! mi informerò sul plagio di "a te" e vi farò sapere che ne penso!
bye!

larobi ha detto...

volevo aggiungere che la cover di london london è davvero deliziosa, incantevole direi.

goodnight ha detto...

Immaginavo che la cover di London London ti sarebbe piaciuta (la trovo anch’io deliziosa)...

Credo che la prima sentenza avesse dato ragione ad Albano ma poi in appello la cosa sia stata ribaltata: Jackson assolto e Carrisi costretto a pagare le spese legali.
Tra l’altro, straordinario il titolo della canzone di Albano “I cigni di Balaka”.
Nella vicenda a un certo punto è saltato fuori un terzo brano "Bless you" del 1955. Plagimusicali.net come sempre molto preciso li mette tutti e tre a confronto. Ciao

http://www.plagimusicali.net/archivio/aljackinc.mp3

goodnight ha detto...

aggiungo una cosa anch'io, ovvero che non ho nulla contro Jovanotti (che tra l'altro ha qualche frequentazione brasiliana come Daniela Mercury e Carlinhos Brown...)